Condividi:


Gestione rifiuti, per i sindaci del Tigullio necessaria la gara pubblica

di Redazione

L’affidamento dell’appalto per la nettezza urbana ad Amiu per quindici anni, voluto fortemente dalla Città Metropolitana, sembra trovare degli ostacoli 

I sindaci dei comuni del bacino del Golfo Tigullio si sono riuniti ieri nella sala del consiglio comunale di Chiavari per confrontarsi sulla gestione dei rifiuti. I comuni di Castiglione Chiavarese, Moneglia, Casarza Ligure, Sestri Levante, Lavagna, Chiavari, Zoagli, Rapallo, Santa Margherita Ligure e Portofino hanno confermato la loro scelta di preferire un modello gestionale di raccolta rifiuti da assegnare tramite una gara pubblica competitiva:

“Riteniamo maggiormente premiale per i nostri cittadini sia sotto il profilo economico che dell’offerta del servizio stesso”, fanno sapere i primi cittadini. 

L’affidamento dell’appalto per la nettezza urbana ad Amiu per quindici anni, voluto fortemente dalla Città Metropolitana, sembra dunque trovare degli ostacoli.  

La scelta del modello gestionale con gara pubblica verrà formalizzata con apposita delibera in tutti i rispettivi Consigli Comunali entro il mese di aprile.