Genova, terrore in volo, l'aereo dopo mezz'ora costretto a tornare indietro

di Michele Varì

Problemi ai motori per un Volotea diretto a Lamezia Terme. Un passeggero: “A bordo è calato il gelo”

Le vacanze sono iniziate con minuti di autentico terrore per i circa cento passeggeri che stamane alle sei si sono imbarcati su un volo Volotea diretto da Genova per Lamezia Terme, in Calabria. A bordo perlopiù famiglie dirette in vacanza al mare della costa Ionica.

Dopo circa mezz'ora di volo c'è stata una sospetta avaria e l'aereo è stato costretto a tornare indietro per problemi forse ai motori, come ha annunciato il comandante che dall'altoparlante ha parlando di problemi tecnici. Questo quando dagli oblò si scorgeva già Livorno.

Ma già pochi minuti prima i passeggeri si erano accorti che c'era qualcosa di strano, “perché appena arrivati in quota abbiamo tutti avvertito che i motori faticavano – racconta uno dei viaggiatori -, tanto che mia nipotina sentendo strani scricchiolii mi ha detto “nonno non è che questo aereo cade come nei film?”. Subito dopo l'annuncio del comandante che dovevamo tornare indietro. A quel punto fra noi è calato il gelo”.

L'atterraggio di emergenza è avvenuto con la pista del Cristoforo Colombo piena di pompieri, medici del 118 e ambulanze. Come previsto dai protocolli.

Una volta atterrato l'aereo è stato controllato dai tecnici e si è deciso di fermarlo per ulteriori controlli, forse per un problema al timone di coda collegato al carrello delle ruote: i passeggeri hanno avuto la possibilità di scegliere di cambiare data di partenza o si aspettare un altro volo della compagnia low cost previsto per le 15.18, con pranzo pagato in aeroporto.