Genova, tenta di uccidersi in carcere, salvato dagli agenti

di Redazione

Un recluso di Marassi ha cercato di impiccarsi con le lenzuola

Un detenuto di 55 anni del carcere di Marassi ha tentato di uccidersi nella sua cella ma è stato visto e salvato dagli agenti penitenziari.

E' successo ieri sera: il recluso,  un italiano in carcere per reati di droga, aveva già legato il lenzuono ad un inferriata e stava per legarselo intorno al collo, gli agenti lo hanno visto e bloccato.

A svelare del fatto è il segretario generale del sindacato degli agenti Osapp Leo Beneduci che aggiunge: "Ancora una volta la polizia penitenziaria è tempestivamente intervenuta riuscendo a salvare un’altra vita all’interno di un penitenziario già oggetto di cronaca per vicende di aggressioni nei confronti di poliziotti, ritrovamenti di cellulari e a altro. Ad acuire i problemi nell'istituto è il cronico sovraffollamento e la carenza di agenti da sempre in numero inadeguato per garantire la sicurezza"