Condividi:


Genova, subisce una rapina e finisce in carcere mentre sporge denuncia: era ricercato

di Redazione

Mentre il 38enne era in questura per denunciare l'accaduto, la polizia ha scoperto che era un latitante e l'ha portato immediatamente a Marassi

Un 38enne, vittima di una tentata rapina, è finito in carcere subito dopo aver denunciato il fatto in Questura. Il motivo? Mentre i suoi dati venivano registrati, gli agenti si sono accorti che su di lui pendeva un ordine di cattura per scontare una condanna in carcere. L'uomo, dopo aver depositato la sua denuncia, è stato quindi prontamente accompagnato al carcere di Marassi. 

Protagonista della strana vicenda è un cittadino marocchino, che intorno alle 22 del 21 ottobre è stato trovato ferito in via del Campo, nel centro storico di Genova, dai poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine e del Commissariato Prè. L'uomo, che perdeva sangue dal fianco sinistro, ha raccontato agli agenti di aver subito un tentativo di rapina: uno sconosciuto aveva tentato di rubargli portafoglio e telefonino; alla sua reazione, il rapinatore lo ha accoltellato più volte

Gli agenti hanno chiamato l'ambulanza, che ha trasportato il 38enne in codice giallo in ospedale. Dimesso con 8 giorni di prognosi la vittima è stata accompagnata in Questura per sporgere denuncia, ma da un controllo ai terminali è emerso che a suo carico pendeva un ordine di carcerazione per scontare 1 anno, 1 mese e 1 giorno di reclusione per alcuni furti commessi in passato. I poliziotti lo hanno quindi portato nel carcere di Marassi.