Genova, stipendi in ritardo: stop dei lavoratori per lo scolmatore del Bisagno

di Alessandro Bacci

Dopo la manifestazione in mattinata è arrivata la notizia del pagamento delle spettanze ai dipendenti, sciopero sospeso

Genova, stipendi in ritardo: stop dei lavoratori per lo scolmatore del Bisagno

Lavori fermi allo scolmatore del Bisagno e presidio al cantiere di via Adamoli, a Genova, per denunciare il ritardo nei pagamenti degli stipendi a una ventina di operai impiegati in un'opera strategica per la città e del valore di circa 200 milioni. "Il Consorzio Costruire per Genova, formato da diverse aziende edili, incaricato delle lavorazioni allos Scolmatore del Bisagno, come spiegano i sindacati di categoria in una nota, nel mese di gennaio ha pagato gli straordinari in ritardo e ad oggi non ha ancora pagato lo stipendio di febbraio.

"Da alcuni mesi abbiamo registrato ritardi nei pagamenti degli stipendi - spiega Matteo Barabino, di Fillea Cgil - il problema è nato tre mesi fa e oggi i lavoratori sono ancora in attesa del bonifico di febbraio con 8 giorni di ritardo. Abbiamo voluto dare un segnale - spiega Barabino - perché questa è un'opera molto importante per la città, finanziata e a carattere commissariale, e quindi non ci dovrebbero essere problemi di liquidità. Non capiamo il perché di questa situazione".

I sindacati chiedono un coinvolgimento del committente, la Regione, per chiarire la situazione. "Noi avevamo chiesto già a febbraio un incontro con il consorzio - sottolinea Andrea Tafaria, segretario Filca Cisl - ma non solo non abbiamo avuto risposte, non sono nemmeno arrivati gli stipendi. Questo è un cantiere importantissimo per la città perché Genova ha pagato un prezzo troppo alto per le alluvioni e questo è un cantiere strategico che deve andare avanti senza intoppi".

"Quello che preoccupa è che il cantiere è stato avviato da poco - conclude Mirko Trapasso Segretario Feneal Uil - e avere già questi problemi non è un bel segnale. Ci auguriamo un intervento della Regione per capire se ci sono problemi nei flussi di controllo".

Aggiornamento: In conseguenza dello sciopero è arrivata anche la notizia del pagamento delle spettanze ai dipendenti, con la conseguente sospensione dello sciopero. Sempre a seguito dello sciopero Fillea Cgil Filca Cisl Feneal Uil Genova e Liguria hanno incontrato in tarda mattinata una rappresentanza del Consorzio che ha rassicurato circa il pagamento delle spettanze e con la quale è già stato calendarizzato un nuovo incontro fissato per il 1 aprile alle ore 11 durante il quale discutere dell’organizzazione del cantiere. Alla luce di quanto accaduto e a garanzia dei diritti dei lavoratori e di una delle grandi opere del Paese, nelle prossime ore le segreterie di Fillea Cgil Filca Cisl Feneal Uil Genova e Liguria chiederanno un incontro anche alla Regione Liguria.