Condividi:


Scolmatore del Bisagno, parte la gara: sarà pronto nel 2023

di Redazione

Pubblicato il bando per la galleria di 6,6 chilometri che garantirà il deflusso di 1300 metri cubi d'acqua al secondo

È stato pubblicato oggi il bando per realizzare lo scolmatore del Bisagno a Genova. I lavori per la galleria sotterranea, opera fondamentale per la messa in sicurezza del capoluogo ligure, dovrebbero partire tra circa 6-7 mesi. «L'obiettivo è di aprire il cantiere in primavera - ha dichiarato il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti - Questa è un'opera che Genova aspetta da 50 anni, dall'alluvione del 1970»

Lo scolmatore, intervento da 204 milioni di euro, sarà una galleria lunga 6,6 chilometri da 9,8 metri di diametro. L'opera partirà dalla Val Bisagno e sfocerà in Corso Italia. Un cantiere completamente sotterraneo che dovrebbe essere concluso entro l'estate 2023. L'intervento, insieme ai lavori per la copertura dello stesso Bisagno che saranno terminati a fine 2020, serviranno a garantire il deflusso di 1300 metri cubi d'acqua al secondo.«Con la copertura del Bisagno e lo scolmatore a Genova avremo una copertura del 90% del rischio idrogeologico, considerando anche la coperutra del Ferregiano di fatto già conclusa. Il resto sarà coperto con gli interventi della protezione civile» ha spiegato l'assessore alla difesa del suolo Giacomo Giapedrone. 

Entusiasta anche il sindaco Marco Bucci: «Quest'opera ha un'importanza vitale per la città. Serve ad evitare situazioni gravi come quelle del recente passato. Dobbiamo investire sulla sicurezza, sulla tutela dell'ambiente e sulla riduzione del rischio idrogeologico perché questo significa salvare vite umane, opere pubbliche e attività dei privati».