Genova, faccia a faccia tra tifosi di Genoa e Sampdoria nella notte a Marassi

di Redazione

Si erano dati appuntamento da tempo vicino allo stadio Ferraris per scontrarsi, intervento tempestivo delle forze dell'ordine

Quello fra Sampdoria e Genoa questa sera sarà un derby senza tifosi. Gli abitanti di Marassi, però, nella notte di ieri hanno assistito a uno 'spettacolo' inaspettato. Alcune decine di tifosi sampdoriani e genoani si sono ritrovati nei pressi dello stadio Ferraris per scontrarsi. Le due fazioni sono arrivate faccia a faccia ma l'arrivo delle forze dell'ordine è stato tempestivo ed ha evitato il peggio.

Quasi una decina di auto di polizia e carabinieri hanno fatto allontanare i manifestanti che si sono dati alla fuga per le vie di Marassi. L'incontro tra le tifoserie è avvenuto principalmente in corso De Stefanis e piazza Galileo Ferraris. Secondo una prima ricostruzione i tifosi si erano dati già appuntamento da tempo, non è stata una cosa improvvisata.

I primi attriti tra le due tifoserie sono nati pochi giorni fa quando gli ultrà rossoblu hanno riverniciato i vecchi botteghini dal lato della Gradinata Sud, da sempre colorati di blucerchiato. Alcuni giorni prima, invece, gli Ultras blucerchiati avevano verniciato con i colori della Samp scalinata Montaldo. Piccoli screzi che hanno acceso la scintilla. Gli Ultras della Sampdoria stavano partecipando a una riunione in un club di Staglieno, i genoani rientravano dalla manifestazione al Tower Hotel per sostenere la squadra. Poi l'incontro a Marassi. 

Dopo i tafferugli di ieri sera tra tifosi di Genoa e Sampdoria, la polizia ha sequestrato otto spranghe di varie dimensioni e 10 aste di legno. Le 'armi' sono state ritrovate abbandonate in via Tortosa e in piazza Ferraris.