Genova, scassinano porte con bottiglie di shampoo e rubano nelle case: arrestate tre donne

di Edoardo Cozza

Le tre ragazze, identificate dalla polizia, avevano usato un bancomat rubato per fare shopping a Pegli: avevano sottratto anche la borsa a una commerciante

Genova, scassinano porte con bottiglie di shampoo e rubano nelle case: arrestate tre donne

Hanno rubato il portafoglio ad una giovane educatrice genovese responsabile di un centro estivo, poi si sono messe a fare shopping a Pegli con il bancomat sottratto, ma sono state arrestate grazie all'intervento di una volante della Polizia. In manette sono finite tre donne di 22, 25 e 30 anni per il reato di furto aggravato in concorso, denunciate anche per possesso di arnesi atti allo scasso, tra i quali "schede di plastica" ricavate rompendo delle bottiglie di shampoo in modo da utilizzarle per aprire porte di abitazioni.

Gli agenti intervenuti ieri pomeriggio a Pegli in soccorso della giovane derubata del portafoglio stavano ascoltando il racconto quando l'educatrice ha ricevuto sul cellulare un messaggio da parte della sua banca che segnalava un'operazione con il suo bancomat presso un bar del Lungomare di Pegli. A quel punto i poliziotti hanno raggiunto rapidamente l'esercizio commerciale scoprendo che le tre avevano comprato lì alcune bevande per poi acquistare in un tabacchino alcuni pacchetti di sigarette. Grazie al racconto della vittima e alle registrazioni video dei negozi "visitati" dalle donne, gli agenti sono riusciti a identificarle mentre stavano per uscire da un terzo negozio dove avevano anche rubato la borsa della proprietaria. Le tre sono state trovate in possesso di tutta la merce poco prima acquistata illegalmente con il bancomat rubato e di arnesi per scassinare come cacciaviti e le "schede di plastica" ricavate da bottiglie di shampoo.