Genova: Sansa al presidio per la sanità pubblica: "La salute non è una merce"

di Andrea Carozzi

Il candidato alle regionali è sceso in piazza con i manifestanti del Forum Civico Ligure, tra loro anche Alice Salvatore candidata della lista IlBuonsenso

Si sono dati appuntamento sotto la Regione in piazza De Ferrari all’urlo di: “La sanità non è un'azienda, la salute non è una merce” gli appartenenti al Forum Civico Ligure per i Diritti Fondamentali.

 “La sanità pubblica è forse la realizzazione più bella nostra Italia repubblicana. Bisogna difenderla. È nostra. Siamo noi- ha dichiarato a margine della manifestazione il candidato alla presidenza della Regione Ferruccio Sansa -  Anche in zone della Liguria come la Valpolcevera. Sotto il ponte dove sfila Salvini c'è una valle dove vivono 65mila persone. Dove sono state tagliate 16mila ore di prestazioni ambulatoriali. Dove sono stati punti di primo intervento e consultori. Una valle dove l'età media della popolazione è più bassa rispetto ai quartieri benestanti di Genova. Ma la sanità pubblica deve garantire cure uguali a tutti. Non si può vivere meno perché si nasce nel quartiere 'sbagliato'.

Tra i circa 400 manifestanti  anche Alice Salvatore candidata presidente della Regione Liguria per la lista IlBuonsenso che ha sottolineato la contrarietà ad ogni tipo di privatizzazione della sanità in Liguria: “La sanità pubblica è l’unica risposta a quelli che sono i nostri diritti alla salute - ha dichiarato la Salvatore - ma uno degli elementi che più mi interessa sottolineare in questa piazza è quello del settore del cosiddetto privato convenzionato ossia tutte quelle cliniche private che si sostengono con i soldi pubblici. I genovesi devono sapere che grazie al Decreto 124 del 1998 tutti noi abbiamo diritto ad avere degli esami clinici entro una certa temporalità, se questo non avviene possiamo rivolgerci a queste cliniche private che devono offrire la medesima prestazione dietro il solo pagamento del ticket”.