Genova, riapre l'Acquario: in poche ore già 200 presenze, molti da fuori regione

di Alessandro Bacci

Primo giorno positivo per la struttura genovese: "Siamo molto soddisfatti, è la dimostrazione che c'è voglia di ripartire"

Genova, riapre l'Acquario: in poche ore già 200 presenze, molti da fuori regione

Voglia di ripartire e voglia di normalità: lo dimostra il numero di persone che in mattinata si sono presentate all'Acquario di Genova. In poche ore erano già 200 le presenze dice Costa Edutainment, la società proprietaria della struttura. "Siamo molto soddisfatti, è la dimostrazione che c'è voglia di ripartire. Il primo marzo, primo giorno di quella che fu una breve riapertura, in tutto il giorno ci furono 100 visitatori e tutti liguri".

Molti tra i primi visitatori venivano da fuori regione. C'è stata una famiglia di Monza a Genova per altri motivi. C'è stata una coppia di Milano con un neonato, venuti appositamente. Ci sono state tre amiche milanesi - dicono da Costa - una era già stata all'Acquario, le altre no. Ci sono state due sorelle torinesi che libere dal lavoro sono scese a Genova appositamente per visitare l'acquario e i suoi 12 mila ospiti. C'è stata una coppia di fidanzati genovesi che ha approfittato della giornata libera dal lavoro per godersi la visita. La struttura è organizzata per ricevere in sicurezza fino a 200 visitatori ogni 30 mnuti. Per garantire la sicurezza dei visitatori, l'Acquario di Genova lo scorso giugno ha conseguito, prima struttura turistico culturale al mondo, la Biosafety Trust Certification del Rina. La certificazione intende dare un segnale forte per mantenere la fiducia degli utenti e prende in considerazione non solo le normative e le indicazioni ministeriali ma, come per le altre certificazioni, tende ad attuare misure per andare oltre le norme di legge.