Genova, l'Acquario e il Museo del Mare riaprono al pubblico da lunedì

di Alessandro Bacci

Con il ritorno in zona gialla le due strutture riaprono le porte ai visitatori con alcune interessanti inziative

Genova, l'Acquario e il Museo del Mare riaprono al pubblico da lunedì

Con il ritorno della Liguria in fascia gialla, Acquario di Genova e Galata Museo del Mare dalla prossima settimana riaprono le porte al pubblico. L’Acquario di Genova sarà aperto sette giorni su sette: dal lunedì al venerdì dalle ore 11 alle 19 (ultimo ingresso alle ore 17). Sabato, domenica e giorni festivi dalle ore 9 alle 20 (ultimo ingresso alle ore 18). Al Galata Museo del Mare le giornate di apertura settimanali saranno giovedì e venerdì in orario 11-19 (ultimo ingesso 18), sabato e domenica 10-19 (ultimo ingresso 18).

Dopo tanti mesi di chiusura si può tornare a far visita ai propri beniamini: lamantini, squali, delfini, pinguini, foche e tutti i 12.000 ospiti dell’Acquario sono pronti ad accogliere i visitatori per un viaggio entusiasmante alla scoperta del mondo sommerso. Il percorso espositivo dell’Acquario è interamente fruibile, ad eccezione della vasca tattile, della sala VR Gear e del giardino Un battito d’ali. Sono sospese per il momento le esperienze collaterali alla visita.

In occasione della riapertura, l’Acquario di Genova lancia un’iniziativa speciale per coinvolgere il pubblico: cinque social Ambassador faranno conoscere, con il loro personalissimo stile, la vita dell’Acquario e le attività di ricerca e conservazione portate avanti dallo staff scientifico. A partire da maggio, cinque influencer condurranno i loro follower in un’immersione virtuale negli ambienti acquatici, raccontando anche gli studi e i progetti scientifici che impegnano gli esperti della struttura. Impegno che non è mai venuto meno nonostante i lunghi mesi di chiusura.

La struttura è dotata di postazione di rilevazione della temperatura corporea prima dell’accesso, segnaletica dedicata per favorire il giusto distanziamento sociale sia in biglietteria sia di fronte alle vasche espositive, dispenser di gel igienizzante lungo il percorso. La mascherina sarà da indossare obbligatoriamente per l’intera durata della visita.  Per garantire la sicurezza dei visitatori, l’Acquario di Genova lo scorso giugno ha conseguito, prima struttura turistico culturale al mondo, la Biosafety Trust Certification del RINA. La certificazione intende dare un segnale forte per mantenere la fiducia degli utenti e prende in considerazione non solo le normative e le indicazioni ministeriali ma, come per le altre certificazioni, tende ad attuare misure per andare oltre le norme di legge. Per garantire il distanziamento sociale, rimane ridotta la capienza massima di visitatori in ingresso per ogni fascia oraria di mezz’ora.

Il Galata Museo del Mare, invece, riapre al pubblico da giovedì a domenica. Gli amanti del mare potranno tornare a compiere l’esperienza di un viaggio attraverso gli Oceani e salire a bordo delle diverse imbarcazioni ricostruite a grandezza reale utilizzate da marinai e capitani dal ‘600 ad oggi. Un’esperienza che per i giovanissimi sarà “stratopica” grazie al percorso tematizzato in 15 tappe che vede il topogiornalista di Topazia Geronimo Stilton accompagnare i bambini alla scoperta del mare e della navigazione. Per rendere la visita ancora più coinvolgente, nei primi quattro giorni di apertura, il personale del museo offrirà al pubblico in sala un approfondimento guidato sulla Galea: uno storytelling basato su aneddoti e curiosità di schiavi, forzati e buonavoglia, impegnati a “vogare” in una galeotta della Repubblica di Genova. L’attività, a cura di Solidarietà e Lavoro, sarà ripetuta ogni ora durante l’orario di apertura.