Genova Parcheggi riscuoterà i tributi comunali

di Redazione

La maggioranza approva il cambio di statuto della società partecipata: Imu, Tari e Cosap si aggiungono alle altre entrate gestite in tema di parcheggi e viabilità

Genova Parcheggi riscuoterà i tributi comunali

Genova Parcheggi, società partecipata dal Comune di Genova, oltre alla gestione della sosta a pagamento in città, quella del bike sharing e dei pass speciali per ztl, strisce gialle e parcheggi disabili, si occuperà anche di riscossione dei tributi a nome dell'amministrazione comunale.

Il consiglio comunale di oggi ha approvato con il voto positivo della maggioranza e l'astensione della minoranza la modifica dello statuto di Genova Parcheggi che consente questa nuova attività, come da proposta di giunta del 10 febbraio scorso.

La proposta era stata presentata dall'assessore alla Mobilità Matteo Campora e da quello alle partecipate Pietro Piciocchi. "La modifica dello statuto è propedeutica ad ampliare le attività di un'azienda già dinamica come Genova Parcheggi - spiega Campora - e bisogna ricordare che le nuove attività possibili porteranno anche a nuove assunzioni all'interno della società partecipata".
Genova Parcheggi quindi si occuperà di gestire e riscuotere, come società in house, imposte comunali come l'Imu, la Tari, la Cosap.
Una decisione presa dall'amministrazione anche sulla base del fatto che l'azienda dal 2021 ha iniziato a gestire, e con efficienza secondo l'azionista pubblico, le fasi amministrative delle contravvenzioni e il front office delle stesse.