Genova, morta sul monopattino: nel mirino dei vigili il manto dissestato

di Alessandro Bacci

Federica Picasso potrebbe avere perso l'equilibrio a causa di un piccolo avvallamento presente sull'asfalto, posizionato un segnale di pericolo

Genova, morta sul monopattino: nel mirino dei vigili il manto dissestato

Federica Picasso, la giovane mamma morta ieri mattina a Genova dopo essere finita sotto un tir mentre era sul monopattino elettrico, potrebbe avere perso l'equilibrio a causa di un piccolo avvallamento presente sull'asfalto. E' una delle ipotesi a cui stanno lavorando gli agenti della sezione infortunistica della polizia locale di Genova. Questa mattina è stato messo un segnale di pericolo, con una luce rossa, in corrispondenza del punto dove la donna ha perso la vita, per segnalare l'imperfezione del manto stradale.

Gli agenti hanno eseguito una serie di rilievi con il laser scanner per ricostruire in 3D lo stato dei luoghi e ipotizzare la dinamica. La donna, che viaggiava a destra di fianco al marciapiedi, potrebbe avere perso l'equilibrio a causa della buca oppure il mezzo potrebbe averla stretta in prossimità di una leggera incurvatura della strada. Il conducente, 46 anni, è indagato per omicidio colposo per consentirgli di partecipare agli accertamenti irripetibili. Gli investigatori, coordinati dal pubblico ministero Sabrina Montevedere, hanno sequestrato i due mezzi ma anche il telefonino del camionista per verificare che non lo stesse usando.