Condividi:


Genova, monsignor Tasca chiede la grazia: "San Giorgio continui a proteggere la nostra città"

di Gregorio Spigno

La messa nella chiesa di San Giorgio: "Possiamo salvarci tutti insieme da questa pandemia, volere solo il proprio bene significa perdere la vita"

Continuano le celebrazioni per la giornata di San Giorgio a Genova. Dopo la festa della bandiera a palazzo Tursi in mattinata, nel pomeriggio si è svolta la messa in onore del Santo nella chiesa di San Giorgio. Nella basilica presenti il sindaco di Genova Marco Bucci, il deputato della Lega Edoardo Rixi e il capogruppo di Forza Italia Mario Mascia. L'arcivescovo di Genova Monsignor Tasca ha presieduto l'omelia: "I martiri hanno avuto il coraggio e la forza di perseverare. E così mi viene in mente il nostro periodo. Io non so se sia stato più facile per San Giovanni battista o San Giorgio, due martiri, ma oggi è bello darsi una parola di coraggio. Dire “andiamo avanti, diamoci una mano, camminiamo insieme”. È importante sapere che non siamo soli in questa fatica, ed è la grazia che chiedo a San Giorgio: di farci sentire che ci vogliamo bene. Questo è il più bel regalo che possiamo fare al nostro patrono secondario.  Le cose nuove che sapremo fare, sapremo farle se ci mettiamo in ascolto di quello che il signore sta già facendo."

L'arcivescovo ha poi proseguito: "Dov'è il signore, dov'è il suo amore per noi con questa pandemia? Stasera l’apocalisse ci richiama a questo fatto: il signore è qui con noi, lui fa le cose buone, noi siamo chiamati a riconoscerle. Servono occhi e orecchie per riuscire a vedere tutto il bene che c’è nella nostra città, tutto il bello, la bellezza delle persone. È bello dirci quante persone e volontari si danno da fare per il bene di questa città. Non basta mettere a posto se stessi, il virus non si interessa ne della classe sociale ne del conto in banca e neanche delle frontiere. Importante e la consapevolezza che o ci salviamo insieme o si vuole solo il proprio bene, ma quello non basta, perderemmo la nostra vita. San Giorgio continui a proteggere la nostra città."