Condividi:


Genova, migliorano le ragazze travolte dall'auto: salvo il bimbo della giovane incinta

di Redazione

Scongiurata anche l'amputazione della gamba per la 16enne, il pirata della strada arrestato

Migliorano le condizioni delle due ragazze di 16 anni, le due ferite più gravi nell'incidente di ieri sera a Genova nel quartiere di Quezzi. Una delle due, incinta al settimo mese, è ricoverata in prognosi riservata al reparto di ginecologia dell'ospedale San Martino, ma il bimbo e la ragazza, che ha anche diverse ustioni di terzo grado, non sono in pericolo di vita.  La seconda giovane è stata sottoposta a un lungo intervento chirurgico col quale è stata ricomposta la frattura del perone. Esclusa l'amputazione dell'arto, la prognosi è di 30 giorni.

E' stato arrestato, con l'accusa di lesioni personali gravissime e omissione di soccorso, il ragazzo di 23 anni che ieri sera è piombato con la sua auto addosso a un gruppo di ragazzini in piazza nel quartiere genovese di Quezzi. Secondo quanto accertato dalla polizia e dalla municipale, il giovane dopo l'incidente è sceso dal suo Suv Bmw e invece di aiutare le persone ha staccato la parte anteriore del mezzo, che era rimasta incastrata ed è scappato. La polizia è riuscita a trovarlo grazie alle celle telefoniche agganciate dal suo cellulare. Gli agenti lo hanno trovato in via Tortona mentre cercava di nascondersi. Non si esclude che il giovane fosse ubriaco quando ha perso il controllo del mezzo.