Genova, migliaia di ecuadoriani in coda al Porto Antico per le elezioni: "Una vergogna"

di Alessandro Bacci

Scoppia la protesta da parte della comunità per la disorganizzazione dei seggi per le elezioni generali dell'Ecuador

Genova, migliaia di ecuadoriani in coda al Porto Antico per le elezioni: "Una vergogna"

Giornata di elezioni per la comunità ecuadoriana, chiamata a votare per il nuovo capo dello Stato. In migliaia a Genova, si sono rivrsati ai Magazzi del Cotone al Porto Antico per esprimere la propria votazione. In migliaia, però, si sono ritrovati in questa domenica in coda sotto la pioggia. Genova ospita la comunità ecuadoriana più grande d'Europa e, secondo una prima stima, oltre diecimila persone hanno raggiunto i Magazzini del Cotone dalle 9 alle 19. 

Purtroppo, però, per tutta la giornata sono state registrate code di molti metri e inevitabli assembramenti di persone. Al Porto Antico è arrivata anche la polizia, ma la situazione non ha comunque richiesto l'intervento degli agenti.

E sui social scoppia la polemica da parte della comunità: "Una vergogna che non si siano organizzati in tempo "scrive Noelia, oppure "Non ho sopportato più di due ore in coda.. tanta gente nessuna distanza nessuna regola anticovid... DISORGANIZZAZIONE TOTALE" scrive Paola. E ancora: "La gente è sotto alla pioggia e al freddo con i bambini, è una vergogna" afferma Fabian. Insomma il malumore è tangibile, tanto che in molti hanno rinunciato senza poter esprimere il proprio voto.