Condividi:


Genova, è romano lo street artist che cambierà il volto della sopraelevata

di Anna Li Vigni

L'artista Greg Jager dipinge di notte quasi sempre sdraiato grazie all'utilizzo di una grande gru

Una strada ad alto scorrimento e un progetto di rigenerazione urbana che utilizza la street art.

"Oggi si inaugura la prima parte dei lavori del progetto Repicta che saranno ultimati verso il 25 o il 26 di luglio.  Ammirare la sopraelevata come se fosse un'opera d'arte in grado di raccontare una sua storia, credo che sia una cosa veramente unica e particolare", spiega l'assessere comunale alle Poliche Culturali Barbara Grosso.  

L'opera è stata affidata allì'artista romano Greg Jager che ha vinto il bando per la decorazione della sopraelevata. Si tratta di un muralista e astrattista già impegnato in altre sfide all'urbanistica. 

Il sottopancia della sopraelevata è la parte più difficile, spiega Maurizio Gregorini, responsabile del progetto. 

Il traffico viene bloccato di sera per poter effettuare la realizzazione della decorazione. L'artista ha deciso di realizzare un'opera che utilizza i colori dei palazzi della città e quindi la sua impostazione cromatica e urbanistica.

Attualmente i lavori interessano il tratto che dalla sopraelevata porta a Via delle Casaccie. A parte i pilastri laterali, Greg Jager dipinge quasi sempre da sdraiato

"I colori li ho scelti anche facendo degli scatti fotografici soprattuto nel centro storico", spiega Greg Jager, artista visivo multidiscplinare.