Genova Jeans, la Lega: "Critiche Pd? Sembra il marito che si taglia il pene per dispetto alla moglie"

di Alessandro Bacci

Francesca Corso: "È un’idea vincente di marketing territoriale, sfido chiunque a dire il contrario. Serve collaborazione per il bene di Genova"

Genova Jeans, la Lega: "Critiche Pd? Sembra il marito che si taglia il pene per dispetto alla moglie"

Prosegue la polemica su "Genova Jeans" la manifestazione internazionale in programma dal 2 al 6 settembre che trasformerà Genova nella capitale mondiale del jeans. negli scorsi giorni sono state aspre le critiche da parte dell'opposizione nei confronti della maggioranza in Comune che ha organizzato l'evento. Oggi arriva anche la risposta della Lega: “Il tessuto Jeans ha rivoluzionato abiti e abitudini in tutto il mondo. Associarlo a Genova, dove è nato, è un’idea vincente di marketing territoriale. Sfido chiunque a dire il contrario - afferma a consigliera comunale della Lega Francesca Corso.

"Ma cosa fa il PD? Crea la polemica prima dell’evento di lancio, peraltro con dati sbagliati su sponsor e numeri. Il Pd sta cercando di smorzare l’entusiasmo a un evento che genera soldi, turismo e business a Genova. Un detto popolare indica tale atteggiamento come quello del “marito che si taglia il pene per fare un dispetto alla moglie”. Che senso ha provocare un danno alla città solo per avere un like in più sui social? A fare i bastian contrari son bravi tutti. La Lega per prima controllerà che ogni spesa sia congrua con una corretta organizzazione. A tutti chiediamo la stessa collaborazione per il bene di Genova e della sua crescita, evitando capricci e dispetti che vanno contro l’interesse dell’intera comunità.” Conclude Corso.