Condividi:


Genova, in stazione aumentano i controlli ma "c'è ancora troppa gente in giro"

di Redazione

Dalla Polfer trapela un po' di preoccupazione. I passeggeri più frequenti sono colf e badanti

Arriva il weekend e cresce l'apprensione per possibili nuovi assembramenti in città. Il Comune di Genova ha potenziato i controlli con 500 uomini in più a presidiare la città. Eppure anche in mattinata tante persone si sono riversate ai supermercati, tanto che in alcuni casi è dovuta intervenire la polizia per far rispettare le distanze di sicurezza. Un intervento, in particolare, è avvenuto a San Martino dove gli spazi ristretti rendevano la fila di persone ingestibile.

Grandi controlli anche nelle stazioni. A Brignole la polizia controlla tutti i passeggeri che entrano ed escono dalla stazione. Da fonti vicine alla Polfer trapela che gli agenti sono preoccupati perchè c'è ancora troppa gente in giro. Un grave problema è rappresentato da colf e badanti, una categoria di lavoratori che non possono fermarsi neanche in questo momento particolare. Nei weekend loro rappresentano circa l'80% di passeggeri che viaggiano a bordo dei treni e dei mezzi pubblici e sono un potenziale veicolo di trasmissione dei virus. Molte badanti lavorano in più case anche più volte al giorno e questo è un fattore di rischio. Si spera che nel pomeriggio il buon senso delle persone possa prevalere.