Genova, il caso Terrile. Sansa, Verdi e Pastorino: "Alessandro è prezioso, ma grati del suo passo indietro"

di Giorgia Fabiocchi

I consiglieri regionali avevano chiesto fin da subito un passo indietro del capogruppo del Pd in vista del voto del 12 giugno

Genova, il caso Terrile. Sansa, Verdi e Pastorino: "Alessandro è prezioso, ma grati del suo passo indietro"

Lista Sansa, Verdi e Linea condivisa sono intervenuti a seguito del ritiro della candidatura di Alessandro Terrile, nominato Ad di Ente bacini. La nota del gruppo nato per le candidature al prossimo consiglio comunale.

"Abbiamo appreso la notizia della rinuncia di Alessandro Terrile a candidarsi nelle liste PD alle prossime comunali. Ci dispiace che Alessandro non sia con noi per il prezioso contributo che ha dato e che speriamo comunque darà. Allo stesso tempo gli siamo grati perché riteniamo che fosse inopportuno per lui candidarsi alle comunali e contemporaneamente assumere un incarico importante come quello di amministratore dell'Ente Bacini.

La scelta di Terrile e anche il vivace scambio di idee tra noi alleati dimostra che siamo una coalizione sana. Capace di mettersi in discussione e di ascoltarsi. Dimostra che siamo uniti e non divisi. Dimostra anche che siamo molto diversi dal centrodestra di Bucci e Toti dove le questioni di opportunità e di poltrone sono all'ordine del giorno, ma nessuno le solleva e nessuno fa un passo indietro come ha saputo fare Terrile".

LISTA SANSA
VERDI
LINEA CONDIVISA