Genova, furti nel centro storico: un arresto e due denunce

di Redazione

Questa notte un 31enne tunisino ha tentato di rubare uno smartphone. Altri due marocchini denunciati per aver rubato un portafogli

Genova, furti nel centro storico: un arresto e due denunce

Un arresto e due denunce per furto nella giornata di oggi a Genova da parte della polizia nel centro storico. Alle 3 di notte in via ponte Reale è stato fermato dagli agenti un cittadino tunisino di 31 anni per il reato di furto con strappo. La vittima ha riferito ai poliziotti che, mentre stava camminando in via di Scurreria, gli si è avvicinato il 31enne che con un gesto repentino ha tentato di strappargli il cellulare dalle mani, ma è riuscito a sottrargli solo le cuffie e poi è corso via. Mentre lo stava inseguendo ha chiamato la Polizia che è accorsa in suo aiuto acciuffando il ladro che teneva ancora in mano il bottino.

Nella stessa giornata due marocchini 26enni sono stati denunciati per il reato di rapina aggravata. La vittima, un 31enne genovese, lo scorso 4 luglio, percorrendo salita Pollaiuoli è stato accerchiato da 3 persone. Una di queste lo ha distratto e poi bloccato, un’altra controllava la strada mentre la terza gli ha sfilato il portafogli. “Preso il bottino”, sono fuggiti ma il 31enne non si è dato per vinto ed ha inseguito e raggiunto uno dei rapinatori riuscendo a scattargli delle fotografie. I poliziotti della sezione investigativa del Commissariato Centro sono riusciti ad identificare due dei rapinatori grazie alle foto e ai filmati delle telecamere di videosorveglianza del Comune di Genova. In particolare colui che ha bloccato ed aggredito la vittima e il palo. Già noti alle Forze dell’Ordine per i loro svariati precedenti commessi nel centro storico sono stati denunciati.