Genova, due tartarughe curate all'Acquario ritrovano la libertà in mare

di Redazione

I due esemplari di Caretta caretta sono stati liberati in Corso Italia. Accordo con il WWF per attività di ricerca congiunte

Genova, due tartarughe curate all'Acquario ritrovano la libertà in mare

Prima le cure e poi la liberazione. È una giornata importante per l'Acquario di Genova che dopo aver recuperato e curato due tartarughe marine, oggi ha potuto ridare la libertà ai due esemplari. All’evento organizzato in collaborazione con la Capitaneria di Porto, da sempre accanto all’Acquario di Genova nell’attività di recupero di questi animali in difficoltà e di successivo rilascio, erano presenti il nucleo Carabinieri Cites di Genova, che coordina l’applicazione della Convenzione di Washington che tutela anche questi animali, l’Esercito Italiano, che ha concesso l’uso della spiaggia per l’evento e la Fondazione Acquario di Genova Onlus.

Al rilascio dei due esemplari era presente anche il WWF con cui Costa Edutainment, società di gestione dell’Acquario di Genova, ha da poco siglato un accordo quadro che prevede la realizzazione di attività di ricerca, divulgazione e conservazione di specie marine specialmente nell’ambito del Santuario Pelagos e che vedrà coinvolta in particolare la divisione WWF Sub.

Oggi inizia una nuova vita per le tartarughe, un animale presente nei nostri mari ma messo in pericolo dalle imbarcazioni e dalla pesca.