Genova, detenuta a Pontedecimo tenta di impiccarsi in cella: salvata

di Michele Varì

Lo rivela il segretario del sindacato Uilpa Pagani: "In aumento i reclusi che tentano il suicidio"

Genova, detenuta a Pontedecimo tenta di impiccarsi in cella: salvata

Una detenuta ecuadoriana di 28 anni reclusa da maggio nel carcere misto di Pontedecimo per furto e spaccio ha tentato di togliersi la vita impiccandosi nella sua cella ma è stata vista e salvata dagli agenti penitenziari.

La donna aveva legato un lenzulo ad una grata del bagno ella cella.

Il fatto è accaduto ieri mattina. A svelarlo è il segretario ligure del sindacato Uilpa degli agenti penitenziario Fabio Pagani:"La detenuta è in carcere da maggio uscirà nel 2021". 

Il sindacalista aggiunge: "I tentati suicidi e gli eventi critici negli istituti di detenzione sono in aumento e spesso a fronteggiarli siamo chiamati noi agenti costretti sempre più ad operare in contesti difficili per il sovraffollamento delle celle e le carenze dei nostri organici"