Genova, De Benedictis (Fratelli d'Italia): "Steward per monitorare la movida"

di Eva Perasso

Due proposte da parte del consigliere comunale genovese: no ai vetri a Boccadasse in serata e tutor per garantire l'ordine nelle serate più calde

Due proposte per garantire la sicurezza nelle serate più "agitate" a Genova, cercando di contenere eventuali atti vandalici e aggressioni. Ne abbiamo parlato a Telenord con Franco De Benedictis, consigliere comunale di Fratelli d'Italia: "Boccadasse è una zona sensibile: purtroppo alcune persone si abbandonano ad atti di vandalismo, per esempio buttando le bottiglie di birra sugli scogli senza pensare che il giorno dopo ci sono famiglie che giocano sulla spiaggia".

Da qui la prima proposta: "Io chiedo di non vendere - dopo una certa ora - bevande in bottiglie di vetro come si fa nei pressi dello stadio. Basterebbe un maggior controllo da parte delle forze dell'ordine, peraltro ho chiesto anche l'installazione delle telecamere. Già esistono per la Ztl, ma vengono ignorate a discapito dei residenti". 

A questa proposta segue una seconda, mozione presentata oggi: "Chiedo che quanto prima vengano nominati i tutor d'area, steward che hanno il compito di filtrare, limitare, controlalre  le esuberanze e gli eccessi di coloro che frequentano la movida. Le propongo nelle zone più sensibili: Boccadasse, giardini di Quinto, Nervi, Sampierdarena".