Genova, cambia la ciclabile di corso Italia: bici a mare, traffico a monte

di Redazione

Annuncio del sindaco Bucci, "da settembre, con le bici nelle piste anche le moto elettriche con limite di velocità dei 30 km/h"

Piste ciclabili di corso Italia si cambia, da fine settembre le due carreggiate saranno divise: in quella a mare bici e pure moto elettriche con il limite di 30 km orari in entrambi i sensi, nella carreggiata a monte invece tutto il traffico, bus e auto, anche in questo caso in tutti e due i sensi di circolazione.  

La struttura della promenade per ora, in attesa del progetto definitivo delle piste ciclabili, rimarrà invariata con le due carreggiate divise dalle attuali aiuole spartitraffico. 
Unico nodo da risolvere: trovare lo spazio per le fermate dei bus, che in alcuni casi per le direttrice verso ponente saranno forse ricavata rubando un po' di spazio alle aiuole. Aggiungiamo che il limite dei trenta chilometri orari è già in vigore e rimarrà tale anche dopo questo cambiamento.
Lo ha annunciato in modo sintetico il sindaco Marco Bucci nella "Colazione con il sindaco", appuntamento ripreso, dopo la quarantena, stamane in un dehor di un bar di via Garibaldi, nel centro città.

Il progetto definitivo e più impegnativo dal punto di vista economico delle piste ciclabili in corso Italia prevede invece che le biciclette possano scorrere nei due sensi in una corsia che nascerà lato mare protetta dalle fioriere. Aiuole che separeranno le ciclabili dal traffico privato e pubblico che invece scorrerà nei due sensi nel resto della carreggiata.