Genova, bloccate nel porto di Pra' 19 tonnellate di mascherine non conformi

di Alessandro Bacci

Sono quasi 5 milioni e mezzo di unità per un valore di oltre 140 mila euro. Saranno distrutte o respinte all'estero

Genova, bloccate nel porto di Pra' 19 tonnellate di mascherine non conformi

Tre distinti carichi di mascherine chirurgiche, del peso complessivo netto di 19 tonnellate, spedite dalla Cina a un’azienda lombarda del settore medicale, non
potranno essere importati e messi in commercio a causa della non conformità agli standard previsti per questa tipologia di dispositivi, accertata a seguito delle analisi effettuate dai laboratori di Roma e Genova dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli. Le mascherine chirurgiche monouso, spedite in buste da 50 pezzi, per un totale di 5 milioni e 400.000 unità, con un valore commerciale iniziale di oltre 140.000 euro, sono state oggetto di una scrupolosa verifica fisica da parte dei funzionari della sezione di Voltri di ADM.

A seguito del campionamento della merce dai tre diversi containers, il rapporto di prova dei laboratori doganali ha evidenziato la non conformità a quanto prescritto dalla norma UNI EN 14683:2019 (requisiti di performance) per le mascherine di tipo II per la prova di respirabilità. La merce, non più commercializzabile come DPI-dispositivi di protezione individuale, verrà distrutta o respinta all’estero