Genova, parte il crowdfunding per il Festival teatrale dell'Acquedotto

di Redazione

Tra i luoghi della manifestazione prodotta dal Teatro dell'Ortica anche il Cimitero Monumentale di Staglieno

Genova, parte il crowdfunding per il Festival teatrale dell'Acquedotto

E' partita la campagna di crowdfunding (cliccare qui) per il Festival Teatrale dell’Acquedotto, giunto quest’anno alla dodicesima edizione: sulla piattaforma on-line produzionidalbasso.com è attiva la pagina dedicata alla kermesse teatrale estiva organizzata e prodotta, come sempre, dal Teatro dell’Ortica di Genova.

Una campagna pensata per supportare il teatro in un momento non facile come quello che stiamo vivendo da qualche mese: “Per colpa della pandemia il sipario dei teatri è stato chiuso per 4 mesi. Spettacoli, laboratori, formazione. Tutto si è fermato – spiega Mirco Bonomi, direttore artistico del Teatro dell’Ortica - Ma come sempre siamo ripartiti e non abbiamo intenzione di mollare, anche perché ci sono dei contratti da garantire per i nostri dipendenti e un territorio da non dimenticare, da valorizzare, da riscoprire”.

“Lo vogliamo fare come sempre con ciò che sappiamo fare, con i nostri mezzi, ovvero il Teatro e i suoi artisti, locali e nazionali – sottolinea - Coinvolgendo anche la comunità perchè questo è il Festival della Valbisagno. Per fare questo però abbiamo bisogno del vostro aiuto, del preziosissimo sostegno di tutti”.

Il Festival Teatrale dell'Acquedotto, è la manifestazione culturale più importante che si svolge in Valbisagno, con l'obiettivo di far scoprire e riscoprire luoghi meno conosciuti della nostra città, portando il teatro là dove di solito si svolgono normali attività quotidiane.

Tra i luoghi del Festival, una cornice particolare sarà anche quest’anno il suggestivo Cimitero Monumentale di Staglieno. Per permettere una larga fruizione degli eventi del Festival in conformità con le direttive di distanziamento sociale dettate dall'emergenza Covid-19, il calendario dal vivo sarà affiancato da una densa attività online, che prevede anche contenuti multimediali accessibili direttamente da casa.

Il festival vuole essere un’occasione per coinvolgere il territorio della Valbisagno - ma non soltanto - attorno ad un’idea di comunità teatrale itinerante, in linea con la forte vocazione al teatro sociale che da oltre vent'anni caratterizza l'intervento del Teatro dell'Ortica. “Le stesse motivazioni ci hanno portato alla nascita di una collaborazione estiva che perdura nel tempo con Cornigliano e Villa Bombrini dove si è svolto il Pre-Festival, che nonostante tutto ha fatto registrare nelle tre serate il tutto esaurito”.

Il programma del Festival punta alla qualità e allo stesso tempo è pensato per coinvolgere anche il pubblico che a teatro non va mai, perché possa scoprirlo e gustarne la piacevolezza durante le sere d'estate. “Presto sveleremo il programma completo – conclude Bonomi - seguiteci sulla nostra pagina Facebook o sul sito web del Teatro dell'Ortica”.