Liguria delle Arti, a Santa Margherita per i 20 anni di Tigullio a teatro

di Giulia Cassini

Tra i tanti protagonisti il famoso violinista Eliano Calamaro afferma: " E' un progetto che vede la cultura a tutto tondo, ne abbiamo bisogno"

Dopo il successo dell'apertura e dell'ultimo evento al Santuario del Boschetto a Camogli prosegue il progetto "Liguria delle Arti", concepito e realizzato dal Centro Teatro Ipotesi, che continua a svelare e raccontare la bellezza della nostra regione e si sviluppa lungo tutto l’arco ligure, da Santa Margherita a Bordighera, passando per Borzonasca.  Nei giorni immediatamente antecedenti a metà agosto "Liguria delle Arti" interseca un felice compleanno, quello del ventennale di "Tigullio a Teatro", rassegna andata in crescendo nel tempo. 

Tigullio a teatro” festeggerà dunque questo traguardo con "Liguria delle Arti" tramite due appuntamenti, il 13 e 14 agosto, nella cornice di Villa DurazzoGiovedì 13 agosto va in scena lo spettacolo teatrale Il giorno in cui Natura andò in sposa all’Arte. "Entrare nelle opere d’arte che ci raccontano la natura -spiega Pino Petruzzelli-  mi ha sempre dato grande voglia di vivere. Quando provo i miei spettacoli o quando scrivo libri, sono sempre immerso nella natura. Attraverso questo spettacolo voglio condividere con gli spettatori questa Bellezza eterna che dobbiamo imparare a proteggere". In questo nuovo excursus nello sconfinato splendore della Natura, Petruzzelli passerà attraverso le riflessioni di Mario Rigoni Stern e Mauro Corona ci invita ad un momento di riflessione, con le note di Ludovico Einaudi.

Venerdì 14 agosto  Villa Durazzo diventa protagonista della nuova tappa di Liguria delle Arti, progetto multidisciplinare creato e realizzato da Teatro Ipotesi con la direzione artistica dello stesso Petruzzelli. La Villa risale al 1600 e sarà ben tratteggiata dall'esperta Patrizia Cignatta, responsabile museale di Villa Durazzo, con gli interventi poetico-letterari di Petruzzelli su versi di Sbarbaro e Caproni e pagine dell’antropologo Maurizio Sentieri. La musica è affidata al violinista Eliano Calamaro con brani paganiniani: "Il Rondoncino" dalla Sonata n.1 dal Centone M.S: 112, "Preghiera" del "Duetto Amoroso" M.S. 111, "Minuetto e Andantino" M.S. 122 (segnalati per la prima volta dnel 1982 dal musicologo Maurizio Tarrini e portati alle stampe nel 2018 a cura di Italo Vescovo per Utorpheus), parte de "Le Streghe" M.S. 19, parte del Rondò "La Campanella" M.S.48 e di Camillo Sivori "Follie Spagnole", variazione del Carnevale di Madrid composto nel 1854.

"Liguria delle Arti -dice il famoso violinista Eliano Calamaro- per me significa una visione completa della cultura, di cui si ha un infinito bisogno. Grazie a Pino Petruzzelli è possibile perchè mette insieme grandi opere d'arte custodite in Liguria , alcune poco conosciute, con magnifiche poesie, pagine scritte da grandi intellettuali abbianata alla grande musica di  artisti immortali. E' un'idescrivibile emozione interpretare brani di Paganini in questo progetto a Villa Durazzo e poter esprimere con gioia il significato di questa rassegna al pubblico dal vivo dopo il  periodo di chiusura".

Gli eventi sono a ingresso libero mentre la prenotazione è obbligatoria e si effettua chiamando i numeri 0185/472637 e 0185/205449 di Villa Durazzo tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17:30.

Prossimo evento di "Liguria delle Arti"  sabato 22 agosto a Bordighera presso la Chiesa di S.Maria Maddalena.

La terza edizione di "Liguria delle Arti" è proposta da Teatro Ipotesi in collaborazione con Regione Liguria, Fondazione Teatro Carlo Felice, GOG Giovine Orchestra Genovese, Conservatorio Paganini di Genova, Conservatorio Puccini della Spezia, Direzione Regionale Musei della Liguria, Pro Musica Antiqua di Savona e con il sostegno di Coop Liguria. Calendario completo cliccando qui e sulla pagina Facebook di Pino Petruzzelli.