Femminicidio Ceccarelli a Genova: il gruppo 'Al fianco di Mauro!' per dare voce alle donne

di Redazione

La prossima mossa sarà una fiaccolata da Lagaccio fino a via Colombo

"Non sono solitamente da battaglie social, ma desideravo dare voce al fenomeno femminicidio, dato che ancora una volta ci ha colpito da vicino a Genova - spiega Alessia Orsini, amministratrice della pagina facebook "Al fianco di Mauro!", che conta oltre mille membri -. "Clara aveva fatto una denuncia contro ignoti, il grido deve essere ascoltato".

"Il gruppo facebook è nato venerdì scorso - prosegue la Orsini -, la sera stessa dell'assassinio. Conoscevo bene Clara e Mauro, suo figlio disabile, dato che siamo cresciuti insieme a Lagaccio, nello stesso quartiere. Ci conoscevamo tutti. Ultimamente c'eravamo un po' persi di vista dato che ognuno aveva la sua vita e le sue cose da fare, ma continuavamo a sentirci. Recentemente poi Clara aveva avuto un incidente e l'ho vista in ospedale andando a trovare mia zia".

"Quello che chiediamo al sindaco Bucci e al presidente della regione Toti è un aiuto concreto per il figlio Mauro, un ragazzo delizioso. Dolce e  silenzioso, che si mette in un angolo e scruta tutti - continua l'amministratrice -. Non può farcela da solo, ha bisogno del contatto umano, delle videochiamate e dei messaggini degli amici, come mi ha detto sua cugina".

"La prossima mossa che intendiamo fare - conclude - è una fiaccolata da Lagaccio a via Colombo. Ci stiamo battento per realizzarla ed aggiorneremo tempestivamente tutti nel gruppo".