Escursionista attiva per sbaglio Sos, i soccorsi si mobilitano per trovarlo

di Redazione

Protagonista un settantenne di Taggia rintracciato dal soccorso alpino sulla strada che va da Allavena di Melosa, a Cima Marta, provincia di Imperia

Escursionista attiva per sbaglio Sos, i soccorsi si mobilitano per trovarlo

Una squadra del Soccorso Alpino è stata mobilitata, poco dopo le 10, per soccorrere un settantenne di Taggia sullo stradone che dal rifugio Allavena di Melosa, porta a Cima Marta, nell'entroterra. Soltanto alcune ore dopo, però, si è appurato che si trattava di un falso allarme. L'uomo, infatti, nell'attivare l'app di tracciamento "Go Rescue" in uso al Cai, ha per sbaglio azionato la segnalazione di soccorso.

Gli uomini del Soccorso Alpino hanno cercato di mettersi in contatto col settantenne, ma all'inizio il suo telefono suonava a vuoto e poi la linea è risultata staccata. Grazie all'applicazione, i soccorritori sono riusciti a ottenere le coordinate del presunto disperso, che è stato successivamente localizzato con l'aiuto dei carabinieri.