Entella, Gozzi: "Il calcio è molto in crisi, non può più vivere di debiti e di perdite"

di Maria Grazia Barile

"Gli europei hanno dato un po' di respiro, ma ci vogliono riforme sostanziali perchè possa essere un'attività sostenibile"

Entella, Gozzi: "Il calcio è molto in crisi, non può più vivere di debiti e di perdite"

"Il calcio è molto in crisi, ha avuto questa straordinaria vicenza degli europei che ha dato un po' di respiro, un po' di fiato, ma ci sono sei società di serie C che non potranno iscriversi al campionato e il Chievo Verona forse non potrà iscriversi in B". Così Antonio Gozzi, presidente dell'Entella che aggiunge: "Bisogna fare delle riforme sostanziali, fare in modo che il calcio possa essere un'attività sostenibile sperando che si possano tornare a riempire gli stadi. L'idea che si possa vivere di debiti e di perdite non funziona più".