Condividi:


Dopo 14 mesi riapre il Museo Archeologico di Chiavari

di Redazione

Museo completamente rinnovato e ampliato con due nuove sale

Riparte l’attività del Museo Archeologico di Chiavari con un nuovo allestimento per garantire ai visitatori il giusto distanziamento. Da giovedì 13 maggio sarà possibile visitare il nuovo percorso, completamente rinnovato e ampliato con due nuove sale. Il Museo presenta per la prima volta una sezione dedicata all’epoca romana e medievale di Chiavari.

"Il Museo Archeologico di Chiavari è uno dei più importanti di tutto il nord Italia - spiega il sindaco Marco Di Capua - Ci sono testimonianze dei “Tigugli” che risalgono a quasi duemila anni prima di Cristo".

Le due nuove sale messe a disposizione all’interno di Palazzo Rocca hanno consentito di presentare un maggior numero di reperti, alcuni dei quali fino ad oggi in deposito, e di accogliere i visitatori con pannelli aggiornati, realizzati in versione italiana e inglese.

"Con questa riorganizzazione vogliamo garantire la visita di tutto il palazzo - spiega il vicesindaco, Silvia Stanig - Palazzo Rocca avrà un ingresso unico per quanto riguarda la galleria, la dimora storica e il museo archeologico, senza dimenticare il parco".

Il lavoro sulle collezioni continuerà nei prossimi mesi con un’attenta revisione del catalogo e la progettazione di nuovi studi e restauri.

"Il museo è nato negli anni ’50 intorno alla scoperta della necropoli - spiega Antonella Traverso, direttrice del museo - Si tratta di 126 tombe ma ora il museo è arricchito dalla parte sul Medioevo. Con tutti gli scavi che sono stati fatti dalla Soprintendenza negli anni ’90 e 2000 abbiamo tantissimo materiale e tantissima documentazione su questa fase".