Doom Eternal: si riaprono le porte dell'inferno

di Giulia Cassini

Il ritorno del famoso shooter

Esce oggi in tutto il mondo, per chi lo potrà avere preordinato o per chi lo comprerà in edizione digitale, uno dei videogame più attesi degli ultimi anni. Parliamo di Doom Eternal, nuovo capitolo di una saga famosissima come quella inventata da id Software nel 1993, che pubblicò uno sparatutto per PC che innovava il genere proponendo un uso particolare del 3D, uno stile di gioco immediato e indubbiamente un alto tasso di violenza.

Il gioco prendeva a piene mani da capolavori horror cinematografici come “Alien” e “La Casa” e mischiava le loro atmosfere per proporre un marine spaziale che su Marte deve indagare su strani esperimenti militari da le due lune di Fobos e Deimos. Dai loro teletrasporti hanno iniziato a uscire orde di mostri raccapriccianti in stile prettamente infernale. E da qui prende il via una sequenza infinita di uccisioni splatter che il protagonista deve eseguire per completare i livelli e risolvere il mistero. Un videogame che ha influenzato centinaia di shooter successivi ed è entrato nella storia. Da qui ne è nato in tempi più recenti anche un film, e un sequel nel 2016 che era una sorta di remake aggiornato alla tecnologia dei giorni nostri.

Ora arriva un capitolo totalmente nuovo dove un’armata proveniente dall’inferno giunge sulla Terra e il nostro avatar deve vedersela con demoni di ogni tipo in una campagna single player che lo potrà vedere impegnato sia su PC che su console (anche se chi lo ha provato ha storto un po’ il naso per i limiti dei comandi su queste ultime). Lo sviluppatore è sempre id Softare e l’editore la famosissima Bethesda Softworks autrice di saghe importanti come quelle di The Elder Scrolls e Fallout. Uno sparatutto dove la successione è quella classica della distruzione di massa del nemico, in cui si spara tantissimo, si avanza leggermente nella storia e si torna a massacrare i nemici controllati dal computer.

Graficamente eccelso, dal combattimento adrenalinico e iper ritmico, è un titolo destinato a chi vuole un prodotto dove il tempismo e la capacità di padroneggiare in modo magistrale gli attacchi e le schivate nonché le azioni di fuga diventa fondamentale. Arsenale di armi pressoché illimitato, con tanti bonus ed eventi segreti da sbloccare durante la sessione, in tredici mappe dall’ambientazione più disparata che daranno del filo da torcere a tutti gli appassionati.

Non manca la componente multiplayer dove scontrarsi con altri avversari umani composta dall'inedita modalità asimmetrica Battle Mode che vede un giocatore Slayer affrontare altri due utenti che impersonano altrettanti demoni selezionati da un roster di 5 creature.