Dati Ispra, la Liguria è la regione italiana con meno consumo di suolo

di Marco Garibaldi

Si tratta dello studio dell'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Il Presidente Toti: "Dedicato a chi ci dava dei cementificatori".

Dati Ispra, la Liguria è la regione italiana con meno consumo di suolo

L'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) ha pubblicato in queste ore i numeri più virtuosi per quanto riguarda il consumo del suolo.

La Liguria, con un consumo di suolo netto dello 0,08% si attesta come regione più virtuosa a livello nazionale.

"Dedicato a chi ci dava dei cementificatori", ha commentato il presidente Giovanni Toti in un posto su Facebook.

"Il grande lavoro realizzato a partire dal 2015 è ripagato dai risultati ottenuti - commentano Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore all’Urbanistica Marco Scajola - la Liguria si è confermata un riferimento a livello nazionale in ambito di rigenerazione urbana. Nel 2019, infatti, abbiamo ottenuto il prestigioso riconoscimento Urban Promo per il progetto di rigenerazione urbana relativo alla pista ciclopedonale del Ponente ligure. I dati pubblicati dall’Ispra dimostrano che le politiche urbanistiche adottate da Regione Liguria, la legge regionale 23 del 2018 sulla rigenerazione urbana e il recupero del territorio agricolo, la legge regionale 30 del 2019 che disciplina il riutilizzo di locali accessori, di pertinenza di fabbricati e di immobili non utilizzati, il Piano Casa e la strategia di riqualificazione, sono vincenti".