Crollo cavi sopraelevata, la procura di Genova dispone la perizia

di Alessandro Bacci

Si dovrà accertare quanto successo e capire la qualità dell'ancoraggio, poi si cercheranno le responsabilità per la mancata manutenzione

Crollo cavi sopraelevata, la procura di Genova dispone la perizia

La procura di Genova ha disposto una perizia per chiarire come mai, lo scorso 24 ottobre, 800 metri di cavi si siano staccati dalla strada Sopraelevata a Genova colpendo quattro persone e decine di auto parcheggiate. Il pubblico ministero Giancarlo Vona incaricherà la prossima settimana l'ingegnere e docente universitario di Parma Andrea Spagnoli.

Il consulente dovrà accertare quanto successo e capire la qualità dell'ancoraggio. In una seconda fase si cercherà di capire se vi siano responsabilità per la mancata manutenzione.

In questi giorni la polizia municipale ha raccolto diversi documenti per attestare a chi appartenesse il cavo mentre altra dovrà essere integrata per ricostruire a chi spettasse appunto la manutenzione. L'indagine, a carico di ignoti, è per disastro colposo collegato al più grave crollo di costruzioni.