Corrosione pilone sopraelevata, risultati degli esami attesi entro venerdì

di Marco Innocenti

Domani, mercoledì, saranno prelevati i primi campioni. "Prima bisogna pompare via l'acqua perché là sotto è una piscina" dice Piciocchi

Corrosione pilone sopraelevata, risultati degli esami attesi entro venerdì

Arriveranno entro la fine della settimana, forse già venerdì, i risultati degli esami effettuati sulle componenti d'acciaio del tratto di Sopraelevata in zona San Benigno, su cui si sono accesi i riflettori dopo che Autostrade ha rilevato lo stato di corrosione delle travi, facendo scattare prima il blocco al transito dei mezzi pesanti e poi la riduzione del numero delle corsie.

Nella riunione con Autostrade, Rina e i tecnici della ditta che ha condotto le prime verifiche, l'assessore ai lavori pubblici Pietro Piciocchi: "Già nel pomeriggio partiremo con i primi prelievi del materiale - ha detto - abbiamo deciso di prendere un campione e di mandarlo in un laboratorio specializzato per verificare il livello di resistenza dell'acciaio, le analisi dovrebbero essere pronte venerdì". E proprio venerdì ci sarà una nuova riunione.

Nel frattempo sul tratto di strada, per almeno un paio di settimane, saranno mantenute alcune modifiche di viabilità per alleggerire il carico. Tra l'innesto della sopraelevata in direzione Ponente e il cavalcavia che sovrasta via Cantore è stata soppressa la terza corsia, quella lato mare. La supervisione delle verifiche sarà affidata a Rina mentre Aspi farà effettuare il prelievo dei campioni. "Prima bisogna pompare l'acqua perché là sotto è una piscina - ha aggiunto Piciocchi - l'idea è partire immediatamente anche perché domani è previsto tempo brutto, quindi entro stasera si cercherà di prelevare questi pezzi d'acciaio".