Genova, indagine per disastro colposo per il crollo dei cavi dalla sopraelevata

di Alessandro Bacci

Gli investigatori vogliono capire come mai si sono staccati, se qualcuno dovesse occuparsi di rimuoverli e di chi siano le eventuali responsabilità

Genova, indagine per disastro colposo per il crollo dei cavi dalla sopraelevata

La procura di Genova indaga per disastro colposo, a carico di ignoti, per i cavi crollati domenica dall'impalcato della Sopraelevata di Genova. I cavi si sono staccati per centinaia di metri, danneggiando una cinquantina di macchine e ferendo quattro persone.

Il pubblico ministero Giancarlo Vona ha iscritto l'ipotesi di reato per potere procedere agli accertamenti e ricostruire quanto successo con esattezza. I cavi, aveva indicato l'assessore comunale ai Lavori pubblici Pietro Piciocchi sarebbero dell'Autorità portuale.

Gli investigatori vogliono capire come mai si sono staccati e, soprattutto, se qualcuno dovesse occuparsi di rimuoverli e di chi siano le eventuali responsabilità. Per chiarire quanto accaduto non è escluso che la procura chieda una perizia.