Covid:: un percorso per la vaccinazioni prioritarie a chi soffre di malattie rare e alle famiglie

di Antonella Ginocchio

L'impegno assunto dalla Regione, dopo l'incontro con capigruppo in Consiglio regionale. Pastorino (Lc): "La Regione ora mantenga gli impegni"

 Le associazioni che rappresentano gli ammalati di patologie rare  questa matttin hanno incontrato, a later della seduta,  i capigruppo in consiglio regionale.  In una riunione a porte chiuse, hanno chiesto con forza che gli ammalati e le famiglie  vengano  inseriti nelle categorie prioritarie da vaccinare.

"in altre regioni già lo fanno", hanno evidenziato alcuni rappresentanti delle associazioni, che hanno avuto modo di confrontarsi anche con il presidente della giunta regionale, Giovanni Toti

"Il presidente ha assicurato che  per i più fragil ed i loro familiari sarà tracciato un percorso per arrivare in tempi stretti alla vaccinazione", hanno detto al termine dell'incontro Paola Risso della Consultazioe Malattie Rare e Francesca Macari, segreteria del Gruppo regionale Malattie Rare che hanno aggiunto. "Speriamo che le promesse vengano mantenute", hanno ribadito, spiegando che nei prosismi giorni si dovrà riunire una sorta di tavolo tecncio  propiro per tracciare il percorso che dovrà portare alle vacicnazini in tempi stretti.

All'incontro era prsente anche il  vicepresident della Commissione sanità, Gianni Pastorino, capoguppo di Linea Condiviso,  il quale ha evidenziato la gravità della situazine. "Questi ammalati non possono essere dimenticati, comeinvece è accaduto finora. - ha detto - E, propiro per arrivare ad una soluzione, noi della minoranza abbiamo messo da parte le divisoni e la polmica politica:  occorre agire al più presto. E ora la Regione deve manternere gli impegni assunti".