Condividi:


Conftrasporto-Confcommercio: "Il caso Liguria paralizza l'economia del nord"

di Marco Innocenti

"Ogni ora di ritardo dei 30mila tir che attraversano ogni giorno il nodo di Genova costa alle impresa circa 2 milioni di euro"

"Dopo l’emergenza Covid-19 e ancora in una fase di ripresa lentissima, il Paese non può permettersi ulteriori danni al sistema economico". A dirlo sono, in una nota congiunta, Conftrasporto e Confcommercio che aggiungono: "Il 'caso Liguria' sta, di fatto, paralizzando l’intera economia del Nord. Due dati su tutti: il 50% della logistica italiana passa da quel territorio e un’ora di ritardo in più degli oltre 30mila camion che ogni giorno attraversano il nodo di Genova costa alle imprese circa 2 milioni di euro".

"Se non si vuole mettere in ginocchio il sistema produttivo nel suo complesso e, in particolare, il commercio, il turismo, i servizi, i trasporti bisogna sbloccare subito questa situazione" proseguono Confcommercio e Conftrasporto che chiedono "un intervento normativo urgente sulla verifica e la manutenzione delle gallerie e sono disponibili, fin da ora, a un incontro al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per trovare una soluzione in tempi brevissimi".