Condividi:


Genova, nel centro storico della Maddalena risveglio nel sangue

di Michele Varì

Impronte sui muri e chiazze sul selciato: indagini per accertare cosa è successo. Solo ieri la denuncia di un negoziante a Telenord

Impronte di mani forse insanguinate, che però sembrano essere state effettuate in modo troppo preciso e nette, come a far pensare ad una messinscena. Eppoi chiazze di sangue, anche se nessuno può dire che non si tratti di un'altra sostanza.

Di certo c'è che quello di oggi alla Maddalena, nel cuore del centro storico di Genova, è stato un risveglio choc. Le immagini hanno subito fatto il giro dei social e delle chat. L'ipoteso più accreditata è che si tratti delle tracce dell'ennesima rissa avvenuta nella notte nella zona. 

Fa pensare anche il fatto che tutto questo accada a poche ore dalla clamorosa denuncia a Telenord di un negoziante di vico della Rosa che ha scioperato per un pomeriggio per denunciare le risse e il degrado della zona.

Le impronte di colore rosso sono un messaggio al cittadino coraggioso o è solo una terribile coincidenza? 

Dai primi accertamenti non risultano nella notte telefonate di risse o altri fatti di sangue alla Maddalena nè alla polizia nè ai carabinieri: questo però non significa che non sia successo niente proprio perchè gli abitanti, ormai sfiduciati e rassegnati, spesso non chiamano più le forze dell'ordine.