Tags:

l'annuncio Carige cda

Carige, eletto il nuovo CdA: "La banca oggi è in assoluta sicurezza"

di Redazione

Vincenzo Calandra Buonaura è il presidente, Francesco Guido l'amministratore delegato

In Carige "parte il momento della ripresa della redditività". Lo ha detto il nuovo presidente dell'istituto Vincenzo Calandra Buonaura incontrando la stampa al termine della prima riunione del Cda eletto oggi nell'assemblea degli azionisti, con la nomina di Francesco Guido ad amministratore delegato. "Usciamo dall'amministrazione straordinaria, che ha ottenuto un risultato molto positivo: ridare sicurezza patrimoniale, ridurre fortemente i rischi - ha sottolineato Calandra -. La banca oggi si colloca in una posizione di assoluta sicurezza anche a uno dei livelli migliore nell'ambito del sistema bancario italiano".

"La banca ha sofferto e il nostro impegno maggiore è quello di una ripresa della redditività - ha ribadito Calandra -. Abbiamo due punti di forza. Il primo è il collegamento con il territorio, che vogliamo rafforzare sempre di più. Il secondo punto di forza è il capitale umano che si è dimostrato estremamente resiliente in un momento di grande difficoltà come quello appena affrontato. E' fondamentale se vogliamo sperare di raggiungere obiettivi di redditività - ha aggiunto il presidente Carige -. Esiste un piano elaborato dai commissari straordinari, che prevede una ripresa su cui noi contiamo. Contiamo di riuscire a muoverci nel modo più veloce possibile", ha concluso Calandra.

I nuovi vertici di Carige intendono "ripartire dal patrimonio di fiducia" della banca all'insegna del motto "avanti veloce". Lo ha detto il nuovo amministratore delegato Francesco Guido, incontrando brevemente la stampa al termine del primo Cda. "Vorrei che non fosse disperso il tema della solidità patrimoniale, un tema importante per il sistema bancario italiano ed europeo - ha sottolineato Guido -. Significa aver riconquistato le basi per poter continuare il rapporto di fiducia, che appartiene a Carige storicamente sul territorio ligure e sulle altre regioni italiane. Vogliamo ripartire dal patrimonio di fiducia in maniera forte e responsabile per essere al servizio del territorio".

Per Carige "è un momento importante", ha segnalato Guido anticipando che l'istituto lancerà ora una campagna di comunicazione: "Carige avanti veloce". "Vorrei che non ci chiudessimo nella retorica degli slogan - ha sottolineato -. Qui è racchiusa la nostra sfida e il nostro impegno per il territorio e per il futuro. In quello slogan 'avanti' significa che il passato è definitivamente passato e che da abbiamo un futuro da costruire con il territorio e per il territorio. Significa lavorare con le imprese piccole e medie. Lavoreremo in quella direzione con estrema convinzione e concretezza". "Quando parliamo di territorio parliamo di famiglie, del custodire e incrementare la loro ricchezza attraverso un sistema avanzato di wealth management - ha aggiunto il nuovo Ad Carige -. Quando parliamo di imprese non vuol dire banale erogazione del denaro ma associare servizi non finanziari che consentano alle imprese di scalare in termini di redditività. E' un ruolo di responsabilità sociale che Carige sente in maniera molto forte da sempre e con questa convinzione andiamo sul territorio a riconquistare quello che è sempre stato di questo territorio per Carige".

"Il cda prenderà in esame i provvedimenti necessari per difendere la banca". Lo ha detto interpellato sulla causa di risarcimento avviata dalla famiglia Malacalza il nuovo presidente di Carige Vincenzo Calandra Buonaura, incontrando la stampa al termine del primo cda dopo la nomina in assemblea.

La prossima riunione del consiglio di amministrazione di Carige sarà l'11 febbraio. Lo hanno indicato il nuovo presidente Vincenzo Calandra Buonaura e il nuovo amministratore delegato Francesco Guido, senza dare molte altre indicazioni. "Il prossimo Cda sarà l'11 febbraio", ha spiegato Guido. Verrà mantenuto il piano strategico dei commissari? E' stato chiesto: "Non lo sappiamo ancora", ha solo risposto Calandra. Quanto alle prossime scadenze, "ci sarà un cda l'11 in cui elaboreremo un programma annuale", ha indicato solamente Calandra. Nessuna indicazione anche sui tempi attesi per il ritorno in Borsa dell'istituto: "Non ne sappiamo nulla, non dipende da noi, ma dalle autorità di vigilanza", ha aggiunto il presidente.