Tags:

la richiesta

Battilani. “Serve un commissario della Liguria per gestire la fase emergenziale dopo il crollo del ponte di Albiano"

di Antonella Ginocchio

Per il sindaco di Bolano è necessario un responsabile ligure per la viabilità alternativa, in attesa della nuova struttura

"Per mettere in campo una viabilità alternativa in tempi stretti, nell’attesa della ricostruzione del ponte di Albiano, crollato la scorsa settimana, è necessario un commissario straordinario che operi nel versante ligure, con poteri che derogano dalle normali procedure, che altrimenti rischiano di allungare oltremodo i tempi” A lanciare la proposta in diretta Skype con Telenord, è Alberto Battilani, sindaco di Bolano, Comune della Val di Vara, che si trova a circa un chilometro dal ponte crollato, situato in territorio toscano, ma cerniera con la Liguria.

“Il ponte assicurava il collegamento con la Val di Magra, in particolare Santo Stefano e Sarzana e, ovviamente con la Lunigiana”, dice il primo cittadino che precisa: "Se a causa di un incidente sul ponte di Ceparana, quell’arteria resta chiusa, vengono meno del tutto i collegamenti diretti anche con La Spezia e Sarzana”

Tra le opere che, secondo il sindaco, il commissario potrebbe velocizzare, c’è la bretella Ceparana- Santo Stefano. “Ci sono i soldi disponibili: 15 milioni e 400 mila euro. - dice - In ballo c’è ancora la conferenza dei servizi, ma in un anno l’opera potrebbe essere realizzata”

Intanto Battilani ha anche proposto l’apertura di due rampe autostradali, all’altezza della piana di Ceparana. Alla SALT Battilani ha anche chiesto l’esenzione dei pedaggi autostradali per i residenti del suo Comune che ogni giorno devono andare ad Aulla per lavoro.

D’altro canto la Salt ha già deciso l’esenzione per i i lavoratori di Aulla che ogni giorno raggiungono La Spezia.

Ad ogni buon conto, Battilani insiste sulla necessitò di realizzare alpiù presto una viabilità alternativa: in ballo c’è la vita di un comprensorio di 30 mila residenti con più di 6 mila attività