Banca Carige ha ceduto 220 quote di partecipazione al capitale della Banca d'Italia

di Gregorio Spigno

Acquistate da Fondazione Banca del Monte di Lucca e da Banca del Veneto Centrale, le quote hanno garantito introiti per 5,5 milioni di euro

Banca Carige ha ceduto a Fondazione Banca del Monte di Lucca 20 quote di partecipazione al capitale della Banca d'Italia per 500 mila euro e altre 200 quote per 5 milioni di euro a Banca del Veneto Centrale (gruppo Cassa Centrale Banca - Credito cooperativo italiano).

Entrambe le vendite sono avvenute al valore nominale a quota di 25 mila euro, coincidente con il costo storico.

La vendita è avvenuta in linea a quanto previsto dal piano strategico sulla cessione delle quote di Bankitalia in eccesso rispetto alla partecipazione del 3% fruttifera di dividendi. Dopo questa doppia cessione, pari complessivamente allo 0,07% del capitale della Banca d'Italia, il gruppo Carige detiene ancora 9.422 quote, pari al 3,141%.

Lo ha comunicato l'istituto ligure tramite una nota.

La banca è stata assistita per quanto riguarda gli aspetti notarili dallo Studio Zabban Notari Rampolla & Associati di Milano.