Autostrade, Bagnasco: “Hanno una strategia per farsi revocare le concessioni”

di Antonella Ginocchio

A Fuori Rotta, questa sera alle 21, si discute della difficile situazione dei trasporti e dei suoi effetti sulla logistica, la sanità e il turismo

Durante la discussione sul tema viabilità e trasporti nell’ultima puntata di Fuori Rotta, il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco ha espresso una sua convinzione: “Da parte di Autostrade c’è un piano deliberato per provocare la revoca delle concessioni”. Bagnasco aveva già protestato contro il modus operandi di Autostrade negli scorsi giorni, quando i cantieri sulla A12 avevano messo in difficoltà la viabilità cittadina di Rapallo. Secondo Bagnasco, c’è una precisa volontà di provocare le istituzioni con chiusure improvvise e centinaia di cantieri sulla rete ligure, per indurle a far saltare il tavolo delle trattative e poi chiedere un risarcimento miliardario allo Stato.

“La situazione sulle autostrade è terribile: non è ammissibile che un’ambulanza con a bordo un bambino ci metta un’ora per arrivare al Gaslini partendo da Rapallo”. La revoca delle concessioni non sarebbe un danno per Aspi, ma quasi un favore: ” Hanno incassato per anni i pedaggi e hanno fatto pochi investimenti. Se ci sarà la revoca delle concessioni, il governo si troverà in mano una rete autostradale in condizioni pessime, che non riuscirà a gestire”.

Il caos sulle autostrade. intanto, comincia a far vedere i suoi effetti sull’economia. Cosco, uno dei leader mondiali nel settore dei container, ha scritto ai suoi clienti di valutare di spostare i traffici dal porto di Genova perché i trasporti sono compromessi dalla viabilità, suggerendo di rivolgersi ad altri porti, come Ravenna o La Spezia.