Condividi:


ArcelorMittal, i sindacati: "Piano industriale irricevibile: martedì 10 dicembre sarà sciopero"

di Marco Innocenti

"I 6300 esuberi non possono nemmeno essere presi in considerazione"

Se non è rottura, poco ci manca: dopo l'ennesimo tavolo di trattativa fra ArcelorMittal, governo e sindacati sulla vertenza Ex-Ilva, sono Fim, Fiom e Uilm ad alzare la voce per dire un secco 'no' al piano industriale prospettato dal colosso franco-indiano. A far saltare il banco è stata soprattutto la prospettiva di 6300 esuberi messa sul piatto da Arcelor.

"Il piano industriale presentato da ArcelorMittal è irricevibile - scrivono in una nota congiunta i sindacati - I 6300 esuberi ipotizzati non possono neanche essere presi in considerazione. L'accordo del 6 settembre 2018 è ancora valido e vincolante. Per queste ragioni le segreterie nazionali proclamano per martedì 10 dicembre 24 ore di sciopero in tutti gli stabilimenti di ArcelorMittal e nell'indotto, con manifestazione a Roma che confluirà nell'iniziativa di Cgil, Cisl e Uil già programmata a Piazza Santi Apostoli".