Acquario di Genova, 4mila visitatori al giorno: "Siamo tornati al trend del 2019"

di Anna Li Vigni

La squadra di accoglienza visitatori è stata potenziata per il controllo del Green Pass, obbligatorio per accedere alla struttura

Acquario di Genova, 4mila visitatori al giorno: "Siamo tornati al trend del 2019"

All'Acquario di Genova si percepisce la presenza di tanti turisti. Boom di visitatori in queste giornate calde dopo Ferragosto e lunghe code per accedere al parcheggio dell'Acquario anche se molte persone arrivano utilizzando mezzi pubblici come il treno, evitando la coda dell'autostrada soprattutto per chi arriva da ponente ed è costretto al tratto, attualmente penalizzato della A10, per i lavori al km11. 

Lo staff di controllo all'ingresso dell'Acquario è stato potenziato per snellire le procedure di controllo di chi entra proprio per il controllo del Green Pass che è obbligatorio per poter partecipare a questa esperienza emozionale che, anche più di una volta, intere famiglie con e senza bambini, hanno il piacere di ripetere. 

E proprio per il certificato verde, si è addirittura pensato di istituire un punto tamponi al fine di agevolare chi, per qualche motivo ne fosse sprovvisto anche se ad oggi si tratta solo di una ipotesi.

"Per fortuna le farmacie della zona ci aiutano", spiega Roberta Parodi, addetta al Customer Care dell'Acquario di Genova

Le persone che non hanno il Green Pass, vengono invitate, per non perdere l'occasione di visitare l'Acquario, ad andare a fare un tampone rapido in una delle farmacie della zona che, devono però, oltre a fare l'esame, essere in grado di poter caricare e stampare nell'immediato il Green Pass.

Solo in questo modo si potrà essere idonei a visitare le meraviglie marine che da anni emozionano migliaia di bambini e adulti.