29 luglio: è la Giornata Mondiale della Tigre

di Anna Li Vigni

L'allarme del Wwf: "Specie estinta in Laos, Cambogia e Vietnam". A rischio anche la tigre siberiana. Nel 2150 potrebbero scomparire dal pianeta

La tigre è il felino più grande al mondo ma è anche quello a maggior rischio di estinzione. A minacciare le tigri sono i lacci, una delle trappole più diffuse. Si calcola che sul territorio di Cambogia, Laos e Vietnam, dove tra l'altro le tigri sono già estinte, ce ne siano sparsi nelle zone protette, almeno 12 milioni

Con adeguate azioni anti bracconaggio, le tigri potrebbero raddoppiare il loro numero, ha dichiarato il capo  della Tigers Alive Initiative del WWF, Stuart Chapman. 

Altra causa che ne detrmina l'estinzione è la riduzione dell'habitat a causa della continua crescita di infrastrutture, il disboscamento, per non parlare del commercio illegale, molto praticato anche in Europa.  

WWF Italia è coinvolto nel progetto Life SwiPE che mira ad aumentare la  consapevolezza, la conoscenza e la sensibilità delle autorità pubbliche di 12 Paesi.

Importante sarebbe individuare il maggior numero possibile di illeciti e punirli con sentenza di condanna. In Italia la legge prevede sanzioni troppo deboli rispetto alla gravità e al valore dei guadagni  illeciti che provengono da questi traffici.

Sul sito https://agire.wwf.it/peticion/tigri è possibile partecipare alla raccolta di firme per salvare le tigri dall'estinzione.