Vittorio Sgarbi, il suo commento sulla Rolli Days Digital Week

di Giulia Cassini

Il celebre critico d'arte omaggia Genova dopo le molteplici visite in città con l'assessore Barbara Grosso

Il celebre critico d'arte Vittorio Sgarbi lancia un video, come si può vedere sul portale "Visit Genoa", di sostegno alla Rolli Days Digital Week. Non un messaggio promozionale, ma scientifico, di chi all'amore per la grande arte dedica tutta la vita.

"Genova è detta la Superba -dice Sgarbi riassumendo-  perché con i suoi soli palazzi, ancora privati, non parlo di quelli istituzionali o dei musei,  si trova ad essere patrimonio mondiale dell'Unesco. E questa idea che è il portato più significativo dell'Unesco è stata precorsa dai genovesi con decreto del Senato nel 1576 con cui si stabiliva che i palazzi dei Rolli venissero aperti per lo Stato.  Oggi lo Stato siamo noi e si riproduce intatta l'apertura alla presenza, questa volta, delle persone comuni". Aggiunge poi: "Il  patrimonio è lo stesso, anche se i tempi sono cambiati".

I Rolli Days sono lo spazio godibile dai nostri occhi, dalla  nostra mente, dal nostro cuore. "Questa esperienza rende Genova -conclude Sgarbi che passa spesso in città anche per visite istituzionali all'assessore alle Politiche Culturali Barbara Grosso- la prima città d' Italia, forse con  Venezia, che comunque non ha il sistema dei Rolli. Li ritroveremo dal 16 al 23 maggio in un percorso digitale che ci permetterà di stare a Genova anche da distante. E' una gran festa per tutto il mondo, per tutti gli occhi".