Ventimiglia, cane vagante sul cavalcavia: i carabinieri fermano le auto e lo salvano

di Alessandro Bacci

L'animale si è accasciato al suolo per la stanchezza, si era smarrito fuggendo dal proprio padrone. Adesso è a casa sano e salvo

Ventimiglia, cane vagante sul cavalcavia: i carabinieri fermano le auto e lo salvano

Si era smarrito e sarebbe stato probabilmente investito da un'auto, se a salvarlo non ci avessero pensato i carabinieri: un cane da caccia di taglia media è stato recuperato domenica scorsa sul cavalcavia di Roverino, a Ventimiglia: una strada molto trafficata, che dal centro della città di confine conduce al Col di Tenda.

Avvertiti da una telefonata, i militari della stazione di Ventimiglia Alta si sono recati sul posto e hanno visto il cane spaesato, che continuava ad attraversare la carreggiata incurante del pericolo. I Carabinieri hanno quindi rallentato il traffico, seguendo l'animale e segnalando le difficoltà ai veicoli in arrivo. Pochi istanti dopo, il cane si è accasciato al suolo, forse a causa della stanchezza piuttosto che della disidratazione.

A quel punto, il maresciallo Angelo Cardillo, comandante della stazione, ha avvicinato l'animale e lo ha portato al sicuro, tranquillizzandolo fino all'arrivo del servizio veterinario. Il cane era sfuggito il giorno precedente al suo padrone, che grazie ai carabinieri ha potuto riportarlo a casa sano e salvo.