Condividi:


Ventimiglia, 150 famiglie isolate da una frana: "Siamo abbandonati"

di Redazione

Via Bandette, unica strada a ridosso della Ferrovia, è stata chiusa per il rischio di nuovi crolli

"Hanno chiuso con ordinanza la strada e qui ci sono 150 famiglie circa che non possono né scendere né salire. C'è gente che lavora, che ha bisogno di fare la spesa e anche anziani malati": A parlare è Domenico Messana, uno degli abitanti di via Bandette, la strada a ridosso della ferrovia, a Ventimiglia, chiusa al traffico da ieri sera, in seguito a un'ordinanza che vieta il transito, per il rischio di crollo della parete rocciosa.

Nella notte tra giovedì e venerdì, infatti, è scesa una frana, che ha trascinato quintali di pietre e fanghiglia, staccati a causa delle abbondanti piogge e, in seguito a un sopralluogo tecnico, tutta la parete è risultata a rischio. "Ci sono circa centocinque famiglie che abitano in via Bandette - afferma Messana -. Ci sono persone che oggi non hanno potuto andare a lavorare. Dicono che vogliono mettere un servizio di trasporto con la Protezione Civile, ma se sale la loro auto, non capiamo, perché non possa salire pure la nostra. Questa strada non è l'Aurelia, passa un mezzo ogni tanto".

Secondo Gildo Paroletti, un altro abitante,il problema è che non si conoscono i tempi. "Non vediamo nessuno che lavora - afferma -. Ci basterebbe almeno constatare la buona volontà, perché due vigili che ci dicono di non passare non servono a nulla. Siamo davvero preoccupati. Qui non vediamo nessuno e non sappiamo quanto andranno avanti i lavori. Se attendiamo la burocrazia, la faccenda diventa lunga"